Scienza e Tecnica

Sempre più spesso ogni valutazione, ogni affermazione, ogni scelta, viene espressa, supportata, giustificata, con riferimento a presupposti (dati, inter-relazioni, metodologie) considerati “scientifici”.

Il fatto però è che la “scienza”, i dati scientifici, le relazioni fra diverse grandezze e fenomeni, i metodi di indagine e valutazione, sono ben lungi dall’essere “oggettivi”, dati una volta per sempre.

E’ dunque importante discutere, e cercare di capire, su cosa c’è dietro (e cosa ci sarà in futuro) certe affermazioni presentate come risultati “scientifici”.

 
Articoli
 

La fabbrica viaggiante

Gli oggetti da consegnare si fabbricano sul veicolo diretto al destinatario

(vedi testo)

POICHÉ I DRONI SONO OGGETTI UN PO’ MISTERIOSI, LO È ANCHE LA LORO REGOLAMENTAZIONE ?

Le ultime novità in materia di utilizzo dei droni e lo stato dell’arte per quanto riguarda la definizione della normativa applicabile.

 

(vedi testo)

STRANEZZE E CURIOSITÀ SULLA UTILITÀ/PERICOLOSITÀ DEL CREOSOTO

Ma il creosoto è una sostanza utile o pericolosa ? E cosa dire della presenza del creosoto nella letteratura e nello spettacolo ?

Per questo ed altro …. vedi testo

Coleottero milionario

Nell'ambito del programma LIFE, l'Unione Euopea e il Ministero delle politiche agricole alimentari e forestali hanno stanziato 2,7 milioni di € per il monitoraggio della presenza di alcuni rari coleotteri.

(vedi testo)

SWIFLETS, DRONI E STAMPANTI 3D

In precedenti articoli avevo già segnalato alcune futuristiche applicazioni delle stampanti 3D ed i nuovi previsti utilizzi di piccoli droni civili.

Ma non passa giorno che non venga segnalata una novità, una nuova applicazione, una nuova caratteristica di queste applicazioni tecnologiche.

(vedi testo)

Treni a batteria

Una società ferroviaria inglese, la Network Rail, sta predisponendo un prototipo di treno alimentato a batterie.

L’obiettivo è quello di poter utilizzare questa tipologia di treno per sostituire i treni diesel senza dover installare un costoso sistema di elettrificazione.

Tenendo conto che in Italia circa 12.000 km di linee sono elettrificate e circa 5.000 sono ancora a diesel, non sarebbe il caso che anche in Italia ci si facesse un pensierino ?

E, visto che si parla tanto di necessità di un piano industriale, di rilancio della ricerca, di sviluppo dell’occupazione, perché il governo, il parlamento, l’AnsaldoBreda, non provano a mettere in piedi un progetto per lo sviluppo, la fabbricazione, l’utilizzo di treni alimentati a batteria ?

Perché questo sito
Joomla templates by a4joomla