Esperienze

Diceva Cicerone:
Historia magistra vitae

E allora può forse valer la pena di ripercorrere anche piccoli accadimenti (che certo non sono Storia !), per poter magari “trovarvi” qualche valida soluzione o, naturalmente, per evitare di rièetere gli errori commessi

 
Articoli
 

NO QUORA

NO QUORA

 

sergio benassai

 

 

Dopo alcune settimane di frequentazione di Quora mi sono posto il problema dell’utilità di tale frequentazione.

 

Ero stato attratto dalla possibilità di:

-          rispondere ad alcune domande in modo corretto, evitando così che si diffondessero posizioni non corrette

-          rendermi conto di cosa circola nel web

 

Purtroppo devo riconoscere che mi sono lasciato trascinare in un sistema assolutamente inutile e folle.

Su Quora ogni persona può fare le domande che vuole e ognuno può rispondere quello che vuole.

 

Mi rendo conto (io stesso mi sono lasciato trascinare) che è “attrattiva” la possibilità di indirizzare correttamene certi problemi. Ma non funziona così.

 

E’ un sito, come tanti altri, e certamente tra i migliori (per gli interventi qualificati che vi compaiono), ma comunque un sito nel quale non c’è, come del resto in molti altri siti, la garanzia di poter far emergere posizioni “scientificamente” basate rispetto a posizioni poco “scientificamente” basate.

Con l’aggravante che vi sono molte domande “stupide”.

Ed è anche un sito nel quale la tentazione della “battuta” talvolta prevale (anche “mea culpa”).

 

Per questo ho deciso di chiudere con Quora.

 

ITALIA SCONOSCIUTA: LA MIA ESPERIENZA A CONCA DELLA CAMPANIA

Decidiamo che a Conca della Campania dobbiamo vedere:

-           il sentiero delle cascate

-           il parco Galdieri Bartoli

-           la chiesa di S. Pietro Apostolo

-           il Castello

 

Il sentiero delle cascate appare invitante con le sue promesse di antichi mulini, verde vegetazione e fresche acque.

Il parco Galdieri Bartoli promette tipologie di alberi rari.

La chiesa di S. Pietro Apostolo (la “Collegiata”) offre trittici ed affreschi.

Il Castello (se visibile) sembra poter permettere di ammirare luoghi, stanze e arredi di molte epoche.

E allora … procediamo .... (segue)

14 febbraio: SAN VALENTINO

 

14 febbraio

SAN VALENTINO

 

 sergio benassai

 

Il 14 febbraio 273, a 97 anni, muore decapitato per ordine dell’imperatore Aureliano il vescovo San Valentino.

 

 

 

 

 

Papa Gelasio I nel 496 decide di stabilire al 14 febbraio la ricorrenza di San Valentino, in sostituzione della festa pagana dei “lupercalia” che si celebrava intorno al 15 febbraio.

 

Ma nel XIV secolo, nel suo poema “Il tribunale degli uccelli”, Geoffrey Chaucer così si esprime:

 

 

… Ye knowe wel how, seynt Valentynes day,

By my statut and through my governaunce,

Ye come for to chese -- and flee your way –

Your makes …

 

… Lo sai che il giorno di San Valentino,

secondo il mio ordinamento e attraverso il mio governo,

tu vieni a scegliere (per poi volare via)

la tua compagna

 

 

Ed ecco perché adesso il 14 febbraio si festeggiano gli innamorati.

 

AMATRICE E DINTORNI: QUELLO CHE HO VISTO E VORREI RIVEDERE

Nell’estate del 2014 ho passato una settimana ad Amatrice

Di quel soggiorno ho molti bei ricordi. Tra gli altri, quelli degli edifici storici di Amatrice, ma anche le piccole (poco conosciute) chiesette romaniche disperse nei suoi dintorni, piene di interessantissimi e commoventi affreschi.

Sarebbe bello sapere che anche in futuro si potranno rivedere queste immagini.

(vedi testo)

16 gennaio: GRANDI DONNE

16 gennaio

 GRANDI DONNE

 

sergio benassai

 

Il 16 gennaio del 1458 a.C. morì Hatshepsut, la seconda donna a detenere nell’Antico Egitto il titolo di faraone.

Hatshepsut era figlia del faraone Thutmose I, fu la moglie principale del faraone Thutmose II, suo fratellastro, e infine reggente del figlio del suo fratellastro, il futuro Thutmose III.

E’ stata definita “la prima grande donna della storia di cui noi abbiamo notizia”.

 

 

 

Naturalmente a lei sono seguite milioni di altre “grandi donne”, forse, in grande maggioranza, mai riconosciute.

 

Per fortuna sembra che in questi ultimi mesi le questioni dell’uguaglianza di genere in tutti i campi, del rispetto della diversità femminile, della necessità di ulteriori iniziative contro la violenza sulle donne, siano al centro di una crescente attenzione.

 

SEPTOMNIMETRO 1-7 febbraio 2016

Riprendo dunque, dopo oltre un anno, e in veste rinnovata, il Septomnimetro, nella forma di un mio personale commento alla settimana trascorsa.

 (vedi testo)

Perché questo sito
Joomla templates by a4joomla