IL GOVERNO GIALLO-VERDE

 

IL GOVERNO GIALLO-VERDE

 

 

sergio benassai

 

 

 Il (forse) Primo Ministro: Conta meno di un Conte

Ministro della paura: Si Salvini chi può

 Ministro ridens: Di Maio in peggio

 Ministro carabiniere: Mi girano i Toninelli

 Ministra antifurbetti: Il Bongiorno certificato con le impronte digitali

 Ministra profumata: Liberare il Meridione da puzza e Lezzi

 Ministro cristiano: Benedizione della Fontana sacra al Foro Romano

 Ministro credibile: Lo dico in Bonafede

 Ministro nordico: Il potere ai Milanesi

 Ministra delle spese militari: Fatto Trenta, facciamo trentuno

 Ministro delle grandi risorse: Almeno un altro Centinaio di prodotti DOP, IGP, STG e IG

 Ministra del doppio salto: Salta come un Grillo da un vaccino all’altro

 Ministro navigante: L’inquinamento è ormai presente su ogni Costa

 

Ministri non presenti (nel vocabolario), ma giustificati:

 Ministro incerto: Fraccaro è impegnato a capire come sostituire il Parlamento con la Democrazia Diretta

 Ministra incerta: Stefani medita sul significato di Affari regionali (affari leciti o illeciti ?)

 Ministro revisionista: Savona sta riscrivendo le sue tesi su euro ed Europa

 Ministro sportivo: Bussetti si chiede chi può far parte della squadra di pallacanestro del governo

 Ministro delle feste: Bonisoli si chiede se sostituire le domeniche gratis ai musei con le chiusure domenicali dei musei

 Il Ministro più sfortunato: Tria … prova a far tornare i conti !

 

 

Perché questo sito
Joomla templates by a4joomla