Divagazioni

Ogni tanto c’è bisogno di distrarsi, di divagare.

E quindi …
qualche “divertissement”
qualche gioco
qualche ricetta
… e altro

 
Articoli
 

26 febbraio PLASTICA: DAGLI ALTARI ALLA POLVERE

26 febbraio

PLASTICA:  DAGLI  ALTARI  ALLA  POLVERE

 

 

sergio benassai

 

 

 

Il 26 febbraio 1903 nacque Giulio Natta.

 

Nel 1963 (insieme con Karl Ziegler) gli fu assegnato il premio Nobel per la chimica per la messa a punto di catalizzatori polimerizzanti in grado di produrre il polipropilene isotattico (il famoso Moplen).

 

 

 

 

Adesso la plastica più che una risorsa è diventata un problema, un problema serio per quanto riguarda l’inquinamento.

 

Un problema che potrebbe essere risolto se ogni persona facesse il proprio dovere, assicurandosi che tutta la plastica finisca nella raccolta differenziata invece che fare inutili polemiche sul contributo di un centesimo di euro per ogni sacchetto di plastica da pagare al supermercato.

 

23 febbraio: DONNE NON ACCOMPAGNATE

23 febbraio

 DONNE NON ACCOMPAGNATE

 

 

sergio benassai

 

 

 Il 23 febbraio 307 a Sirmio (città dell’attuale Serbia) fu decapitato San Sereno, il Giardiniere.

 

La leggenda racconta che Sereno faceva una vita ritirata coltivando il suo giardino.

Un giorno la moglie di un ufficiale romano entrò con le sue figlie nel giardino senza essere invitata e Sereno la rimproverò, dicendo che non stava bene che le donne uscissero da sole. La donna, offesa, lo denunciò al governatore romano che, dopo averlo interrogato, concluse che non c’era motivo di procedere. Tuttavia il governatore, insospettito, gli chiese se era cristiano. Sereno rispose che lo era; per questo, dopo aver rifiutato di rinnegare la sua religione, fu decapitato.

 

 

 

 

Chissà perché in tutte le religioni è sempre presente questo aspetto di giudicare sconveniente la libertà femminile (con l’implicita affermazione dell’inferiorità delle donne).

25 febbraio: LA GUARDIANA DEL FARO

25 febbraio

LA GUARDIANA DEL FARO

 

 

sergio benassai

 

 

Il 25 febbraio 1842 a Newport (USA) nacque Ida Lewis, che, dall’età di quindici anni, sostituì il padre come guardiana del faro di Lime Rock.

 

Abile nuotatrice e abile nel manovrare pesanti barche a remi, si conquistò una fama di eroina avendo salvato molte persone dall’annegamento.

 

 

 

 

Quando su una rivista fu pubblicato un articolo che si poneva la questione se non fosse poco femminile manovrare barche a remi, rispose:

 

nessuno, se non un asino, può ritenere poco femminile salvare vite umane

 

 

Del resto anche il Mahatma Gandhi riconosceva che:

 

per coraggio di abnegazione la donna è sempre superiore all'uomo

 

22 febbraio: DA CHOPIN AI NOSTRI GIORNI

22 febbraio

 da CHOPIN ai giorni nostri

 

 

sergio benassai

 

 

Il 22 febbraio 1810, a Żelazowa Wola in Polonia, nacque Fryderyk Franciszek Chopin.

 

 

 

 

Non mi sento all’altezza di dare alcun giudizio: mi basta ascoltarlo, magari nelle interpretazioni di Arturo Benedetti Michelangeli (che faceva emergere tutti i significati delle opere di Chopin suonando con la fredda precisione di una incommensurabile tecnica).

 

Anche quando ascolto la musica moderna devo riconoscere che non sono assolutamente all’altezza di dare alcun giudizio. Però mi permetto di poter dire che non mi piace.

24 febbraio: ARTE E DEFECAZIONI

24 febbraio

 ARTE E DEFECAZIONI

 

sergio benassai

 

 

A Grenoble (Francia) il 24 febbraio 1709 nacque Jacques de Vaucanson, famoso per la costruzione di automi.

La sua opera più famosa è l'anatra digeritrice

 

 

 

 

L'automa aveva le forma di un'anatra, in grado, grazie alle sue 400 parti mobili, di muovere le ali ed altre parti del corpo ed era apparentemente capace di ingerire e defecare i chicchi di grano che raccoglieva chinando il collo.

 

 

Nel 2006 l'artista belga Wim Delvoye ha presentato la sua "Cloaca Machine", un macchinario in grado di digerire cibi e trasformarli in escrementi, che vengono venduti ai collezionisti d'arte.

 

 

 

 

In questo riprendendo anche l’idea di Piero Manzoni che nel 1961 mise in vendita 90 barattoli contenenti le sue feci, con la scritta “merda d'artista”.

Il 6 dicembre 2016 uni questi barattoli è stato aggiudicato ad un’asta per 220.000 €.

 

 

 

 

Gli escrementi come paradigma della degenerazione dell’arte ?

 

21 febbraio: L'ESTINZIONE DELLE SPECIE

21 febbraio

L’ESTINZIONE DELLE SPECIE

 

 

sergio benassai

 

 

Il 21 febbraio 1918 nello zoo di Cincinnati (Ohio) morì l'ultimo parrocchetto della Carolina (Conuropsis carolinensis), l’ultimo sopravvissuto della specie.

 

 

 

 

Questi pappagallini erano particolarmente malvisti dagli agricoltori dal momento che provocavano danni rilevanti ai frutteti.

Tuttavia non sembra che la loro scomparsa sia dovuta alla caccia che veniva loro data, ma forse la deforestazione ha contribuito.

 

Per quanto mi riguarda, invece che preoccuparmi (almeno per quanto riguarda gli uccelli, ma non solo) della possibile estinzione di alcune specie, mi preoccupo invece della crescita di molte specie (nel mio caso faccio riferimento a gazze ladre, corvi e tortore) che “attentano” in continuazione alle mie colture.

 

 

 

 

 

 

Perché questo sito
Joomla templates by a4joomla